fbpx

RUBRICA VINTAGE: IL RITORNO DI UN’ICONA, LA SADDLE BAG BY DIOR

Ciao ragazze, 
rieccoci al nostro Vintage-date!

Quest’oggi continuiamo la saga delle borse iconiche delle grandi Maison, e come non parlare della Saddle Bag di Dior?

Per le appassionate di moda è un oggetto di culto, caro a centinaia di migliaia di donne che l’hanno definita una borsa “must have”, un qualcosa di irrinunciabile, uno dei pezzi più forti dell’armadio. Ve la ricordate? Ha la forma di una sella (fortemente ispirata al mondo dell’equitazione) chiusa da una fibbia dorata a forma di D e pensata per essere portata a spalla.  Inoltre fu la prima borsa a mostrare il logo della maison francese, lanciando così un trend fortemente ripreso da altri marchi.

La Saddle è probabilmente la borsa più rappresentativa della casa di moda di Christian Dior. Eppure è stata realizzata per la prima volta solamente a fine anni 90 da uno degli stilisti più controversi, eclettici e talentuosi di tutti i tempi: John Galliano.
Sin dalla sua prima apparizione, precisamente durante la sfilata messa in scena a Parigi nell’ottobre del 1999, la Saddle Bag non uscì mai dalla mente delle fashioniste più incallite, ma soprattutto, di tutti coloro che per più di un decennio hanno sognato guardando gli show di Christian Dior by Galliano.

Tra le sue prime versioni ricordiamo quella in denim blu, quella in pelliccia di cammello spazzolata e il grande classico: quella totalmente logata.
Prima tra tutte è  stata Carrie Bradshaw a sfoggiare la Saddle Bag per tutta la terza stagione di Sex And The City. Poi fu la volta delle it-girl dell’epoca come Paris Hilton, le Destiny’s Child, Lindsay Lohan e molte altre star che venivano paparazzate per le strade di New York e Los Angeles o ai party più esclusivi, con al braccio la mitica sella.

E oggi, quasi vent’anni dopo, possiamo affermare che la Saddle Bag è ancora una it-bag a tutti gli effetti, riportata in auge da Beyoncè, Kendall Jenner, Gigi Hadid… e molte altre modelle e blogger.
La borsa si rinnova con un tocco di contemporaneità e diventa “più grande e robusta”, come spiega il direttore creativo Maria Grazia Chiuri. La maison francese ora la presenta in più versioni: una in pelle disponibile in numerose tonalità, una seconda in patchwork la scritta “peace and love Dior” e un’altra ricamata a mano con perline e diverse fantasie di colore.

Ne siete anche voi follemente innamorate ma il vostro budget non vi permette l’ultima versione? Beh don’t worry, la Saddle Bag è il bottino di una vera caccia al tesoro nei negozi specializzati nel vintage di lusso o sui siti dell’usato!


La scelta più low-cost? Correte a sbirciare nell’armadio della mamma o della zia per scovare magari la sella della collezione rasta o quella in tessuto jeans indossata anche da Queen B!

Read more