fbpx

RUBRICA VINTAGE: MAMMA ME LO PRESTI? BY @SILVIAALBANESE / FRANGE MANIA

 Bentornate ragazze!
Pronte per il nuovo Vintage trend?

Chi ama essere alla moda quest’anno non potrà non avere nel proprio armadio almeno un abito o un accessorio con le FRANGE. Le lunghe, lunghissime frange: svolazzano, si arrampicano e seducono, sublimando qualsiasi look!

La primissima apparizione della frangia risale al 3000 a.C. nell’antica Mesopotamia (ovvero attuale Iran). A testimoniarne l’utilizzo, sculture e statue dove le donne erano rappresentate proprio con gonne, o scialli a frange.

Molti anni dopo, dall’altra parte del mondo, a usare in maniera caratteristica le frange sono di certo stati i nativi americani, che però non vi vedevano solo un ornamento estetico. Con le frange era più facile far scivolare l’acqua sui vestiti, ed evitare di farla arrivare sul corpo.

La decorazione era anche frutto di un attitudine al risparmio e al riutilizzo: i nativi americani vedevano nel taglio delle cuciture uno spreco imperdonabile, quindi riutilizzavano quel tessuto in eccesso (che molto spesso era in pelle o suéde) cucendolo insieme, per creare appunto le frange, successivamente arricchite di perline oppure colorate con tinture vegetali.

Il boom è arrivato però negli Anni ’20 del secolo scorso, quando designers come Madeleine Vionnet e Charles Worth le hanno portate alla ribalta con quei vestiti che, abbinati al caschetto alla maschietta, costruiscono ancora oggi la perfetta immagine della decade ruggente, fatta di party a casa del Grande Gatsby ed eccessi sotto il ritmo del tip tap.

Scomparse durante gli anni della guerra, dove si guardavano con nostalgia le foto in bianco e nero in attesa di tempi migliori, sono però tornate nei Fifties. Il responsabile fu il Re del Rock, Elvis, che indossava spesso giacche in suéde a frange, sul filone dei nativi americani.

L’attitudine bohemien, il potere esoterico e liberatorio delle frange apposte sulle maniche delle giacche, fu incapsulato anche da Jimi Hendrix, che le ritrovava nei mercatini vintage di Londra e le portava sui palchi del mondo, usandole come un perfetto abito da scena.

A capirne la potenza fu, negli anni ’60, Yves Saint Laurent, che le inserì nella sua collezione del 1967 come omaggio all’Africa. Le frange si declinarono su cappe in rafia, in filo d’oro o decorate con perline di legno.

 

Negli anni ’70 le frange presero in parola il motto di “Staying Alive”, traducendosi su vestiti adatti ai party più sfrenati, o alle performer, sinonimo della disco culture. Una su tutte fu Cher nel suo iconico micro-vestito a frange dorate, un altro esempio è Tina Turner negli Anni ’80.

Divertenti, ultra contemporanee e spesso estreme, rubano la scena a giacche in pelle, stivali dal sapore texano, maxi bag e mini abiti con borchie.

Per indossare le frange esiste un’unica regola: quando si indossano, il resto dell’outfit è da mantenere basic sia nella forma, che nei colori.

Se volete passare una notte fuori casa e non sapete cosa indossare di certo potrete mettere un bel vestito lungo con le frange, abbinato a un sandalo alto oppure una zeppa.

Delizioso anche il vestito con le frange stile poncho che potrà diventare l’unico protagonista del tuo look!

 

Invece, se siete delle sportive, si consiglia di indossare un crop top con le frange con uno short, per essere alla moda ma allo stesso tempo pratiche.

Anche la giacca in camoscio e frange da cowboy è un vero must da fashion lovers. Indossatela con un look basico per celebrarla come merita!

Se proprio non vi convincono i vestiti con le frange potrete sempre optare per un accessorio, come una bella borsa con le frange, da abbinare a un outfit sobrio.

Fate mente locale e tirate fuori dall’armadio i vostri pezzi con le frange ragazze! La gonna longuette, la giacca scamosciata marrone, il top da indossare sotto i maglioni o da lasciar intravedere sotto i blazer, cinture, cappelli, borse e stivali… avete l’imbarazzo della scelta!

 

Read more