fbpx

LINGERIE DIARIES: PRENDERSI CURA DEL REGGISENO | BY @THECASHMEREDIARIES

Bonjour les filles, eccoci di nuovo insieme per un nuovo capitolo della nostra rubrica dedicata al favoloso mondo della lingerie!

Dopo gli scorsi appuntamenti con consigli sugli outfit e i migliori acquisti per San Valentino e per fare sport, oggi voglio parlarvi di un argomento decisamente importante: come prendervi cura della vostra lingerie!

Non importa se indossate solo reggiseni di seta La Perla o siete amanti del basic 100% cotone: la vita è troppo breve per indossare reggiseni stinti, sciupati e sformati – così come vi prendete cura dei vostri capi preferiti lavandoli a mano o portandoli in lavanderia, anche l’intimo vuole un occhio di riguardo.

LAVARE I REGGISENI: QUANDO E COME?
Una delle domande più frequenti che sento fare alle ragazze è “Ogni quanto devo lavare il reggiseno?
Ebbene, dipende! Se volete che i vostri reggiseni durino il più a lungo possibile, è opportuno lavare il reggiseno dopo averlo indossato una volta, o al massimo due. Inoltre, se indossati due volte prima del lavaggio, si dovrebbe dare al reggiseno un giorno di riposo per dare all’elastico e alle coppe il tempo recuperare e tornare in posizione neutra.

Perché? C’est facile! Indossando il reggiseno ogni giorno, senza lavarlo spesso e nel modo adeguato, la capacità dell’elastico di seguire le forme del corpo diminuisce, fino a sfibrarsi del tutto – e noi non vogliamo certo che succeda!

Questo porta alla domanda successiva: “Come si lava un reggiseno?
Cominciamo con quello che non dovete fare: MAI mettere il reggiseno in lavatrice. Punto. Non si fa.
I reggiseni sono un indumento delicato e molto complesso dal punto di vista della forma e dei materiali. Nella lavatrice (sì, anche nel ciclo delicato), la pressione dell’acqua e lo sfregamento dei vestiti intorno al reggiseno potrebbero causarne la perdita della forma. Inoltre, i gancetti del reggiseno possono impigliarsi nei tuoi vestiti, tirando fili e rovinandoli irreparabilmente.
Tutto questo per dire una sola cosa: il lavaggio a mano e l’asciugatura all’aria sono l’unico modo per lavare il reggiseno senza rovinarlo. 
Per lavare un reggiseno, bisogna usare acqua tiepida e un detergente delicato.

Separateli per colore e poi immergeteli per 20-30 minuti; a questo punto basterà sciacquarli in acqua tiepida. E per asciugarli? Vietato strizzarli! Stendete il reggiseno dentro un asciugamano piegato in due e premetelo, dopo averlo coperto, premetelo delicatamente per eliminare l’acqua in eccesso.
La “speranza di vita” del vostro reggiseno, cioè per quanto tempo fornirà un supporto significativo e modellante, dipende sicuramente dalla qualità del reggiseno, dalla dimensione della coppa, dalla frequenza con cui lo indossate e, come abbiamo visto, da come il reggiseno viene curato. 
Pertanto, che siano bandite le lavatrici e le asciugatrici! D’ora in poi i reggiseni (soprattutto quelli di lusso) vanno lavati rigorosamente a mano!

Spero che questo articolo possa esservi stato utile e, anche se non abbiamo visto outfit trés chic come al solito, che possiate aver imparato qualcosa di nuovo e interessante! 
E mi raccomando, prendetevi cura dei vostri reggiseni – io vi vedo!

More from my site